La ciliegina ed il regalo di Natale

E dopo i cinepanettonari, due anni dopo, sempre a Doha, sempre contro la Squadra Campione d’Italia in vena di regali natalizi,   sempre ai rigori,   tocca ai milacinesi laurearsi campioni del mondo solo per averci tolto un titolo minore.  Le gare secche sono così e può capitare che vinca chi , alla distanza, non può minimamente competere con il più forte. Il fatto che i nostri avversari odierni fossero arrivati lì dopo un percorso fortunoso e rocambolesco (un po’ come nel 2003 in Champions), poi, mi aveva fatto pensare molto, in questi giorni, ad un esito del genere.

Spero che il giocatore la cui uscita ha sconvolto in negativo la nostra gara (ossia Alex Sandro) non abbia niente di grave e che possa rientrare presto. Detto ciò,  pur essendo logicamente  deluso per non aver giocato da Juve e  conquistato quella che sarebbe stata una bella ciliegina sullo torta Scudetto, ammetto di provare  tenerezza per chi si esalta spropositatamente  per successi come questi (evidentemente perché frustrato ed a digiuno da troppo tempo) e preferisco di gran lunga  continuare soprattutto a  festeggiare ad aprile/maggio/giugno per cose più importanti che potrebbero  addirittura assumere connotazioni epiche. Forza ragazzi. Fino alla fine.

Sempre più orgogliosamente forza Leggendaria Juventus.

Er sistema der sette.

fb_img_1482054344588

+7.  Ennesima vittoria allo Juventus Stadium contro i “sistematici” sconfitti, quelli “der complotto” che,  per non perdere l’abitudine, hanno più volte chiesto istericamente inesistenti rigori all’arbitro che utilizza il loro borsone.

+ 7.  Salutate tutti  la solita e storica Capolista che conquista tre punti fondamentali in ottica epico 6° Tricolore consecutivo.  Nonostante  alcuni errori dovuti a frenesia e, probabilmente, in alcuni casi, stanchezza, abbiamo ottenuto una vittoria preziosissima,  da grande Squadra che sa colpire e soffrire quando serve, con grinta,  cuore, spirito di sacrificio. Altro gol bellissimo e pesante del sempre più “obeso” e “triste” Pipita, altra  prestazione sontuosa di un sicurissimo ed impeccabile  Rugani, altro prezioso lavoro sporco di un instancabile e gladiatorio Mandzukic. Ha combattuto su ogni pallone rivelandosi molto utile alla causa, anche un poco tecnico generosissimo Sturaro. E così, anche con la presenza del “fuoriclasse” olandese cascante nelle fila avversarie, i Campioni per antonomasia hanno fatto valere, come da tradizione, la legge del più forte.

+ 7. Già Campioni d’inverno ed a quota 100 punti nell’anno solare 2016.Sempre pronti a scrivere la Storia. Uniti e fieri. Fino alla fine.

Sempre più orgogliosamente forza Leggendaria Juventus.

fb_img_1482056173436

Pura goduria calcistica.

fb_img_1481486819350

Pura goduria calcistica. Zecche granata, ancora una volta,  tutte a casa,  umiliate dopo aver atteso questa gara tutto l’anno. Tutti  a casa, magazzinieri, beceri tifosi ed altri perdenti vari. Nonostante un arbitro che applicava la regola “Se il giocatore della Juve prende la palla,   è consigliabile  fischiargli fallo ed ammonirlo”, li abbiamo bastonati e zittiti come da tradizione.

Il Pipita, come in tanti avevamo scritto ieri,  ha segnato (addirittura una splendida doppietta)  festeggiando il suo compleanno e confermando di nuovo che, da grandissimo bomber,   è assolutamente  in grado di fare i gol che contano di più (quelli che ci fanno impazzire di gioia e ci regalano vittorie importantissime). Mandzukic ha combattuto, ha salvato un altro gol (da eroico  difensore aggiunto) ed ha poi lasciato spazio ad un Dybala stellare in versione “sublime slalomista speciale” in occasione del gol di Pjanic.

Prima, inoltre, per la cronaca, su Lichtsteiner, senza nostri isterismi, c’era anche stato un qualcosa di ben più grave   rispetto a quello per cui qualcuno tragicomicamente  blatera ancora  dal 1998. Noi, però, non ci fermiamo a protestare e, da grande Squadra, continuiamo a lottare su ogni pallone, facciamo prevalere la nostra forza tecnica e morale  e vinciamo. Uniti e fieri. Da Campioni per antonomasia. Adesso, imbavagliatevi e rosicate tutti, poveri antijuventini.  Avanti così. Fino alla fine.

Sempre più orgogliosamente forza Leggendaria Juventus.

Ottime sensazioni.

fb_img_1481248713989

Il ritorno di Marchisio ai suoi strepitosi livelli con continuità  e la possibilità di giocare con il trequartista (Pjanic finalmente  nel suo ruolo  o, in alcuni casi,  anche Dybala in un tridente che può risultare devastante), mi ha regalato anche mercoledì ,  come dopo la gara vinta contro l’Atalanta,  ottime sensazioni.

A farmi essere fiducioso si aggiunge anche un  Rugani di nuovo impeccabile e sicuro e, cosa che non guasta, goleador. Il Pipita ha giocato  forse meno bene di altre volte ma ha timbrato il cartellino con un gol dei suoi. Marione ha di nuovo esaltato tutti con la sua forza e generosità.

Insomma, ci sono  tutti gli ingredienti per vedere una Juve fantastica (in stile lippiano?). Adesso, avanti ovunque. Senza temere nessuno. Fino alla fine.

Sempre più orgogliosamente forza Leggendaria Juventus

Una serata da Juve.

20161204_010313.jpg

Grande Juve. Calcio spettacolo. La storica Capolista vince una gara molto intensa contro la formazione più in forma del momento  (che non subiva gol su azione da tantissimo tempo). Mi dispiace per tutti gli antijuventini e per tutti coloro che, in generale, confidavano negli scatenati orobici che finora avevano, però, finora, avuto la fortuna di non incontrare i Campioni per antonomasia che li hanno letteralmente  dominati.

La nostra Squadra (che questa volta  ha potuto preparare bene la Partita durante la settimana)  ha coperto bene il Campo, ha lottato, ha corso ed ha combattuto dando vita anche ad azioni di pregevole fattura. Pjanic, dietro le punte, è stato nel vivo del gioco inventando ed accarezzando il pallone. Mandzukic, onnipresente e  su ogni pallone,  è stato semplicemente fantastico meritando assolutamente gol e standing ovation. Anche Higuain (che segnera quando più conterà) è stato autore di un’ottima prestazione dimostrandosi molto vivo e generoso.  Marchisio e Chiellini ci hanno dato, come pensavo  speravo, solidità rispettivamente a centrocampo ed in difesa.   Rugani  (autore anche del 2-0) ha giocato con grande sicurezza. Alex Sandro è stato devastante, ha sbloccato la gara con un gran gol ed ha emozionato tutti con la significativa dedica ai suoi connazionali del Chapecoense.

A tal proposito, molto toccante è stato anche il minuto di raccoglimento. Onore a tutti i nostri tifosi ed in particolare alla Curva Sud protagonista anche di una lodevole iniziativa in favore dei terremotati. Insomma, una bellissima serata di Sport. Una serata da Juve. Adesso, avanti così. Più forti di tutto e tutti.  Fino alla fine.

Sempre più orgogliosamente forza Leggendaria Juventus.

fb_img_1480807954391