Altra vittoria senza subire reti.

Altra vittoria senza subire reti. Gol di Kean (ancora una volta con un ottimo riflesso ed un bel colpo di testa) e Bernardeschi (in questo periodo in grande spolvero, quasi rinato, ed oggi, dopo aver fornito diversi assist, finalmente nel tabellino dei marcatori). Partita a larghi tratti giocata e condotta con sicurezza, a parte un paio di pericoli nella ripresa che hanno chiamato Szczesny, in un’occasione, ad un provvidenziale intervento. I nostri giocatori si sono aiutati ed hanno curato con compattezza entrambe le fasi.

Mi è oggi piaciuto Arthur, costante punto di riferimento centrale soprattutto nel primo tempo. Anche Morata, pur non segnando, ha disputato una gara di sacrificio ed impegno. Nessuno ha demerititato e pure i sostituti hanno avuto un ottimo impatto sul match (in particolare McKennie e Kulusevski). È vero che l’avversario di oggi non era sulla carta dei più insidiosi ma è anche vero che in questo girone d’andata abbiamo perso troppi punti con le piccole e che quindi dobbiamo accogliere con soddisfazione i risultati della ultime giornate che, a parte il pareggio di Venezia, ci hanno visto fare il nostro dovere.

Stiamo recuperando alcuni punti su chi ci precede (oggi altri due sull’Atalanta) e adesso, dopo la sosta, all’inizio del nuovo anno, anche con il ritorno di alcune importanti pedine, sarà vitale affrontare nel migliore dei modi alcuni probanti impegni. Forza ragazzi. Fino alla fine.

Sempre più orgo9liosamente forza Leggendaria Juventus

Fa sempre particolarmente piacere.

Vincere a Bologna, davanti a quel becero pubblico, fa sempre particolarmente piacere. A proposito, complimenti ai nostri tifosi che hanno lodevelmente sostenuto incessantemente la nostra Squadra sovrastando spesso gli ancora una volta umiliati felsinei.

Dal punto di vista tecnico, abbiamo assistito pure stasera ad avvilenti errori e pericolose leggerezze da parte di alcuni nostri elementi ma alla fine siamo riusciti a vincere grazie ai gol di Morata e Cuadrado e ad una difesa solida e ben guidata dagli ottimi Bonucci e De Ligt.

Questi tre punti potrebbero rivelarsi davvero molto importanti in ottica quarto posto, se accompagnati da continuità e recupero di giocatori nelle prossime partite (l’ultima del girone d’andata e dell’anno solare contro il Cagliari e quelle che giocheremo dopo la sosta). Forza ragazzi. Fino alla fine.

Sempre più orgo9liosamente forza Leggendaria Juventus.

Brutto pareggio.

Troppi limiti tecnici e troppa superficialità da parte di vari giocatori, diversi errori, solita scarsa incisività offensiva, altro gol subìto senza Chiellini in campo e conferma della mancanza di continuità da parte di quello che dovrebbe essere il nostro trascinatore ma purtroppo, negli ultimi anni, si infortuna con inquietante frequenza (pure oggi ha dovuto abbandonare il terreno di gioco anzitempo). A parti invertite, si parlerebbe probabilmente di un doppio giallo negato.

In ogni, caso abbiamo perso altri due punti persi con un pareggio che complica ancora di più la nostra classifica. Io ritengo che sarebbe necessario intervenire sul mercato con qualche acquisto. Vedremo quello che accadrà. Fino alla fine.

Sempre più orgo9liosamente forza Leggendaria Juventus.

Primi nel girone. Ancora una volta.

Primi, con 15 punti (5 vittorie su 6 partite), nel girone dei Campioni d’Europa. Non male. Ancora una volta, mentre altri escono o si qualificano, da secondi, dopo anni ed anni di altrettante eliminazioni dicembrine, siamo noi a portare avanti più di tutti il ranking di un calcio italiano che non ci meriterebbe. Scrivo oggi questo commento perché ieri avevo dei problemi di connessione che mi hanno pure impedito di vedere buona parte del secondo tempo senza però togliermi la soddisfazione di seguire, in ogni caso, il susseguirsi dei risultati provenienti da San Pietroburgo.

Per quanto visto e per quanto ottenuto, sento di poter dire che è stato positivo aver fatto risparmiare energie a diversi tra i giocatori più importanti ed utilizzati dando spazio a giovani (come il buon De Winter) e pedine meno impiegate. Kean ha segnato ma ha fallito altre reti confermando la nostra tendenza ad avere una scarsa percentuale realizzativa in base alle occasioni create (nostro attuale problema che dovremo cercare di risolvere al più presto). Adesso, testa a sabato. Fino alla fine.

Sempre più orgo9liosamente forza Leggendaria Juventus.

Dominio ed altro 2-0.

Vittoria strameritata al termine di una partita assolutamente dominata. Gol stupendo (direttamente da calcio d’angolo) del sempre fantastico Juan Cuadrado (che aveva cercato di crossare ma che ha meritato di realizzare questo capolavoro per tutto quello che ha fatto) e raddoppio (con un diagonale imparabile) del delizioso ricamatore tuttocampista Paulo Dybala.

Formazione quasi totalmente confermata rispetto a quella di Salerno ed altro 2-0. Anche se gli avversari non erano proprio irresistibili, non si può oggi fare a meno di evidenziare la qualità della manovra, la capacità di riconquistare e gestire il pallone e l’impermeabilità difensiva. Purtroppo, pur avendo avuto una supremazia schiacciante nel possesso palla e nelle occasioni create (quasi una ventina), abbiamo mostrato ancora una volta la scarsa prolificità offensiva che sta caratterizzando finora questa stagione. Abbiamo fallito troppi gol e, fino a dieci minuti dal termine della gara, il solo gol di vantaggio non ci teneva al riparo da un’altra possibile beffa. Dobbiamo necessariamente essere più precisi.

Oggi, oltre ai due preziosi mi sono piaciuti molto l’infinito Capitan Chiello, l’attento De Ligt, il promettente Pellegrini, il regista (spesso volutamente molto arretrato) Locatelli e, per l’impegno (anche se mi aspetto di più da lui), l’applicato Kulusevski. Adesso che abbiamo agguantato il quinto posto, dobbiamo continuare a macinare punti su punti per provare a dare seguito alla nostra rincorsa. Forza ragazzi. Fino alla fine.

Sempre più orgo9liosamente forza Leggendaria Juventus.