Tiro al bersaglio.

FB_IMG_1569693409174

Tiro al bersaglio. Dopo quaranta minuti di rodaggio, abbiamo dominato creando una miriade di nitide palle gol sventate quasi tutte (tranne due) da un portiere avversario in grande spolvero.

CR7, in particolare, con giocate mostruose (una alla Pelè), ha prima sfornato due assist al bacio per Ramsey e Khedira e poi segnato una bella rete su cross perfetto di Dybala. Pjanic, autore del favoloso gol che ha sbloccato il risultato, su passaggio del sempre ben posizionato ed intelligente nostro numero 6, ha disputato, come martedì scorso, un’altra gara maiuscola.

Benissimo hanno fatto ancora uno sgusciante, tecnico e veloce anche di pensiero Ramsey ed un sempre più sicuro ed autorevole De Ligt. Anche i due generosi esterni bassi di giornata, Cuadrado e Matuidi si sono ben distinti.

In generale, comunque, abbiamo assistito ad un secondo tempo molto incoraggiante, nel quale abbiamo strameritato questi altri importanti tre punti. Avanti così. Fino alla fine.

Sempre più orgogli8samente forza Leggendaria Juventus.

L’assolo del Pianista in mezzo ad altre note positive.

FB_IMG_1569366033147.jpg

Tre punti molto importanti ed il sempre gradito rosicamento del becero e demente con il numero 45 altrui. La manovra, oggi sviluppatasi con il 4-3-1-2, è stata per lunghi tratti molto fluida e ci ha consentito di mostrare un ottimo possesso palla.

Siamo sulla buona strada. Dobbiamo oleare sempre di più i meccanismi e migliorare in velocità, precisione e pressing. Pjanic, autore del gol vittoria, è stato maestoso. Anche Bonucci, Alex Sandro hanno disputato una gara maiuscola. Bene anche De Ligt, Dybala, Cuadrado, Khedira  e Ramsey.

Non mi sono piaciuti il primo tempo di Rabiot (che può e deve crescere in termini di condizione ed inserimento nella nuova realtà) ed i minuti giocati da Bernardeschi (che deve svegliarsi). Forza ragazzi. Fino alla fine.

Sempre più orgogli8samente forza Leggendaria Juventus.

Tre punti sofferti e pesanti.

FB_IMG_1569091027536.jpg

Tre punti pesantissimi conquistati dopo l’impegnativa e brillante gara di Champions. L’ho sempre detto (anche quando altri sostenevano il contrario): il calcio vero non è la playstation, non ci sono mai partite facili e l’importante è lottare sempre su ogni pallone con concentrazione, attenzione ed umiltà.

Contro un avversario che ha corso molto e si è difeso duramente (anche troppo, con la complicità di un modesto arbitro che ci ha anche negato alcuni rigori) abbiamo sofferto e siamo stati salvati, in alcune circostanze, da un ottimo Bonucci e da un eterno Gigi Buffon. Si sono viste alcune belle azioni anche se ancora, come sappiamo, c’è da migliorare sotto ogni aspetto.

CR7, è andando ad accelerare una rimessa in gioco altrui, segnando con freddezza il rigore decisivo, caricando i compagni e pressando fino alla fine, pure questa sera, ha confermato di essere un esemplare raro Campionissimo.

Mi è piaciuto molto tanto anche un Dybala in crescita e bravissimo a saltare spesso l’uomo creando superiorità numerica. A tratti ha fatto la differenza anche Cuadrado. Buone sono state le prestazioni pure di Danilo, Alex Sandro e Matuidi. Sono infine contento per il gol di un Ramsey che ha fatto vedere efficaci inserimenti e grande tecnica pur non essendo ancora in condizione. Al momento, va bene così. Forza ragazzi. Fino alla fine.

Sempre più orgogli8samente forza Leggendaria Juventus.

Ampi sprazzi di grande Juve. E siamo solo a settembre…

FB_IMG_1568843483725.jpg

Ottima Juve. E siamo solo a metà settembre. Contro un avversario particolarmente ostico (quello i cui tifosi rosicano ancora per essere stati da noi eliminati in quella partita epica dello Stadium dello scorso marzo), in un campo difficile per tutti, abbiamo sfoderato una prova di grande personalità e qualità, dominando a lungo il gioco, soprattutto nel corso di un secondo tempo a tratti stellare.

Peccato che i due gol subìti su palle inattive abbiano vanificato il doppio vantaggio da noi costruito con azioni spettacolari finalizzate da Cuadrado e Matuidi. Da rimarcare è stata in particolare, senza nulla togliere ad altri importanti protagonisti (tra cui Bonucci, Alex Sandro e Pjanic), la bellissima partita del colombiano (che aveva sbloccato la gara con un gol capolavoro su delizioso assist del Pipita).

Che dire, abbiamo sfiorato la vittoria (anche nel finale con un’azione mostruosa di CR7) ma va bene così. Il punto conquistato è pesante, molti segnali sono confortanti ed i margini di crescita sono tanti. Forza ragazzi. Fino alla fine.

Sempre più orgogli8samente forza Leggendaria Juventus.

Al momento, va bene così.

20190915_193429.jpg

Va bene comunque così. Sarebbe stato bello umiliare ancora una volta i beceri violacei in casa loro ma, considerando tutto, il pareggio di oggi può starci.

Sette punti in tre gare, con un calendario non agevole, possono andare bene. Di certo dobbiamo crescere sotto tutti i punti di vista e lo faremo. Come sappiamo, la strada è lunga e noi sappiamo tradizionalmente percorrerla da Campioni per antonomasia. Fino alla fine.

Sempre più orgogli8samente forza Leggendaria Juventus.

Tradizionale goduria.

FB_IMG_1567286527036.jpg

Giustissimo così. Goduria assoluta per un’ora di dominio praticamente schiacciante e spettacolare (prima di calare fisicamente a causa di una condizione ancora non ottimale+), un gran gol dell’ottimo, tecnico e veloce Danilo (appena entrato) su azione mostruosa di un devastante Douglas Costa, un altro del nostro fantastico Pipita sempre pronto a purgare in modo sublime la sua ex squadretta (facendoci assaporare ancora, come da tradizione, sensazioni davvero bellissime), un altro ancora di un sempre delizioso e letale CR7 e l’ultimo, quando tutto sembrava vanificato a causa di alcuni errori difensivi da evitare (si è sentita l’assenza di Chiello) di Koulibaly (quello che, segnando allo scadere come piace ai monnezzari, ci ha mandato letteralmente in estasi).

20190901_144647.jpg

C’è da migliorare e crescere indubbiamente ma i segnali positivi (tra cui l’aver ritrovato un pimpante e motivato Alex Sandro) sono stati tantissimi. Abbiamo colpito anche due legni (uno con un grandissimo Khedira), assistito ad alcune decisioni arbitrali discutibili (che al contrario avrebbero fatto gridare allo scandalo) ed abbiamo strameritato la vittoria (dedicata al Capitano, nostro emblema che ha consolato encomiabilmente il match winner a fine gara e che è stato giustamente acclamato ed applaudito all’inizio da un pubblico caloroso ed ammirevole). Fino alla fine.

20190901_143441.png

Sempre più orgogli8samente forza Leggendaria Juventus.