Un fantascientifico missile da urlo. Il più forte al mondo logora chi non ce l’ha.

FB_IMG_1540665467981.jpg

Un missile micidiale del nostro stellare CR7 ci ha fatto esplodere di gioia, ha frantumato tanti fegati altrui e, in una serata che sembrava storta,  ci   ha fatto conquistare tre punti pesantissimi.

Ho sofferto come il nostro tesissimo ed arrabbiatissimo Max Allegri ma ho esultato e goduto immensamente.  Ci eravamo  complicati la vita  ma è stato, comunque, fondamentale riuscire a vincere.

Che gara difficile. E pensare che in tanti affermano che senza Khedira (intelligente e spesso prezioso e decisivo negli inserimenti) e Mandzukic (combattivo su ogni pallone, creatore di spazi per i compagni ed in campo, ad esempio, anche nelle bellissime due vittorie contro Napoli ed Udinese) si giochi meglio.

Il problema, invece, consiste nel fatto che non è facile giocare sempre al massimo (soprattutto nella settimana di una partita come quella di Manchester) e che, appena si molla qualcosa sotto il profilo della corsa, cattiveria, agonistica e concentrazione, si rischia di pagare dazio.

Nel secondo tempo, fortunatamente, si è vista un po’ di vera Juve e tutto si è concluso nel migliore dei modi. Parlando di singoli, mi sono piaciuti Matuidi (sempre tenace e concreto), Bonucci (umile nel mettersi a disposizione di Allegri giocando lui al posto di Chiello e bravissimo anche in un salvataggio decisivo) e Dybala (l’unico che ha saltato l’uomo).

Cristiano Ronaldo, l’uomo decisivo, infine, pur non disputando probabilmente  una buonissima  gara, ha segnato una doppietta da autentico Campionissimo con un rigore calciato con la proverbiale freddezza, con la carica del leader che prende il pallone dalla rete per completare la rimonta e con una micidiale  giocata delle sue, una sassata letteralmente da urlo. Che Alieno mostruoso. Che Fuoriclasse assoluto.

Detto ciò, ora ricarichiamo le pile per continuare il nostro tradizionale cammino vincente anche nelle prossime partite. Da Campioni per antonomasia. Fino alla fine.

Sempre più orgogliosamen7e forza Leggendaria Juventus.

Dominio all’Old Trafford.

FB_IMG_1540329047802.jpg

Vittoria da grandissima Squadra (con un primo tempo stellare che mi ha ricordato la Juve di Lippi). Dybala decisivo come Del Piero, sempre con la nostra gloriosa Maglia numero 10. CR7 autore di giocate sempre di spessore e mai banali. Matuidi inesauribile. Alex Sandro oggi impeccabile. Chiellini indomito. Pjanic a lungo illuminante.

Nostri tifosi (tra cui tantissimi amici) eroici ed in grado di farci giocare praticamente in casa e spettacolari nell’umiliare ulteriormente il pompato e becero tecnico avversario (già ridicolizzato tatticamente da Allegri). Grazie ragazzi. Siamo forti e lo diventeremo ancora di più. Per continuare a scrivere la Storia. Fino alla fine.

FB_IMG_1540334132274.jpg

Sempre più orgogliosamen7e forza Leggendaria Juventus.

Leziosi, distratti e poco lucidi ma pronti a ripartire.

FB_IMG_1540068567889.jpg

La tabellina del tre si è interrotta ma siamo sempre saldamente in testa. Si sapeva che sarebbe potuto succedere di non conquistare la posta piena. Vincere senza i gol di CR7 è ovviamente meglio rispetto a non farlo pur vedendo il nostro Campionissimo andare a segno ma oggi è andata così e  fortunatamente, conoscendo la Juve, so che,  saremo comunque in grado di riprendere subito a macinare vittorie ed avversari ( naturalmente grazie anche  all’apporto del nostro mostruoso Fuoriclasse portoghese, mai sazio, come noi, di successi e trionfi) .

Oggi siamo stati un po’ leziosi sotto porta e distratti (soprattutto in occasione di quella palla con quello strano effetto) e, anche a causa della scarsa lucidità di alcuni nostri Campioni, abbiamo lasciato, umanamente,  due punti per strada.  Niente drammi, però. Siamo mostruosamente forti e continueremo a dimostrarlo.

Il nostro epico  ottavo Campionato consecutivo, come va sempre tenuto in mente,  dovrà essere conquistato anche e soprattutto  mettendo in campo  le nostre proverbiali concentrazione ed umiltà. È noi siamo in grado di farlo.  Come da tradizione. Da Campioni per antonomasia. Fino alla fine.

Sempre più orgogliosamen7e forza Leggendaria Juventus.

Con CR7 continuiamo a violentarvi (davvero) sul Campo.

FB_IMG_1538850373423.jpg

E mentre altri attendono pateticamente programmi spazzatura e rincorrono demenziali gossip, la nostra mostruosa Squadra produce Calcio spettacolo ed asfalta tutti a suon di giocate stellari, schemi intelligenti, strapotere fisico e tecnico e padronanza assoluta delle gare.

Bentancur ha cominciato a segnare come gli aveva chiesto Allegri. Chiello e Bonucci, la solita sontuosa coppia difensiva, hanno fermato tutto e tutti ed hanno fanno sempre ripartire perfettamente l’azione. Cancelo  ha mostrato ancora la sua classe e la sua capacità di fare quel che vuole, in ogni zona, con il pallone (da giocatore semplicemente eccelso e degno della Juve).

Dybala, tra le linee, ha svariato, cucito il gioco, tenuta botta nei contrasti e creato superiorità numerica. Mandzukic ha combattuto con la solita grinta da gladiatore.

CR7, infine, ha violentato calcisticamente tutti i frustrati antijuventini con una gara da trascinatore ed un gol da Fuoriclasse unico (che riassume perfettamente le caratteristiche di questa Juve a dir poco stellare: potenza, classe e tendenza alla perfezione.) Che dire, a noi piace fare parlare il Campo e scrivere la Storia. Fino alla fine.

Sempre più orgogliosamen7e forza Leggendaria Juventus.

La Joya porta a casa il pallone ed omaggia Omar Sivori.

FB_IMG_1538566424721.jpg

Nel giorno del compleanno di Omar Sivori, con una bellissima tripletta, il giocatore che più lo ricorda con le sue giocate, le sue movenze e la sua classe, ha portato a casa il pallone (dopo averlo nascosto spesso agli avversari) regalandoci tre punti in una gara dominata e caratterizzata da azioni spettacolari.

La prima rete, con un tocco al volo dopo un lunghissimo lancio al bacio di un Bonucci che alla Juve ha ritrovato il suo equilibrio e la sua forza, è stata pura poesia. Il secondo gol è stato realizzato da attaccante che segue l’azione. La terza marcatura, invece, è arrivata al termine di una manovra veloce ed irresistibile che ha visto coinvolti tanti giocatori ed ha confermato come la nostra Juve sia in grado di giocare bene in modo non inutile o circense ma produttivo e vincente.

In generale, contro i fallosi svizzeri dello Young Boys,tutti hanno giocato molto bene ed hanno dato il loro importante contributo per la conquista di tre punti che ci hanno portato in testa da soli nel girone. Adesso testa al Campionato. Per continuare a vincer e ovunque. Fino alla fine.

Sempre più orgogliosamen7e forza Leggendaria Juventus.