Alzala ancora, Capitano. Grazie di tutto. Grazie Licht. Grazie ragazzi. Siamo nel Mi7o tutti insieme.

FB_IMG_1526746561830.jpg

Eccoci di nuovo qui.  Un’altra splendida e favolosa pagina di una gloriosa ed inimitabile Storia è stata scritta epicamente insieme.

Non poteva che concludersi così, con l’11° tuo Scudetto (il 7° consecutivo) la tua fantastica avventura in campo con la tua e nostra amata Maglia. I nostri Capitani, del resto, come Del Piero nel 2012, ci salutano così. Da protagonisti e da vincenti.

Grazie ancora di tutto, immenso Gigi, incommensurabile Bandiera, autentico ed indimenticabile Uomo Juve.

Grazie anche all’inesauribile trenino svizzero Licht che ha segnato il primo significativo gol allo Stadium, che non si è mai risparmiato e che, lottando sempre strenuamente, ha vinto 7 Scudetti in 7 anni.

Grazie ancora Anche  agli altri Uomini del Settebello Barzagli, Chiellini (nuovo degno Capitano) e Marchisio.

Grazie a tutti i protagonisti di questo settimo Scudetto consecutivo che non mi stancherò mai di godermi e festeggiare.

FB_IMG_1526747932455.jpg

Grazie di cuore e sempre più orgogliosamen7e forza Leggendaria Juventus.

Sette Scudetti consecutivi: Mi7h.

FB_IMG_1526555437312

Campioni d’Italia. Campioni d’Italia. Campioni d’Italia. Campioni d’Italia. Campioni d’Italia. Campioni d’Italia. Campioni d’Italia.

Adesso è ufficiale: abbiamo conquistato il nostro bellissimo, emozionante ed epico Settebello Tricolore. Che goduria immensa. Anche con il nostro nuovo logo (splendido e subito vincente), anche con il Var (con i poveri antijuventini che lo invocavano rimasti ancora a rosicare da laggiù, come da tradizione), abbiamo continuato, più che mai contro tutto e tutti, a scrivere fantasticamente la Storia sfidando mostruosamente ogni statistica e legge dei grandi numeri.

Sette Scudetti consecutivi: che record fantascientifico. Abbraccio tutti i fratelli Gobbi che, come me, anche nei diversi momenti difficili, ci hanno sempre creduto. Applaudo e ringrazio di cuore i componenti di una monumentale ed eroica Squadra che ci ha regalato un’altra esaltante annata calcistica e che, pur arrivando stanca a fine stagione, non ha davvero mai mollato.

Applaudo e ringrazio di cuore coloro che hanno seguito ovunque e sostenuto incessantemente i nostri ragazzi. Cari colleghi Campioni i per antonomasia, godiamoci per questo nostro mitologico 36°Scudetto.Siamo noi…siamo noi… Fino alla fine.

Un fraterno abbraccio a tutti e sempre più orgogliosamen7e forza Leggendaria Juventus.

Nel segno del quattro. È di nuovo Coppa Italia in una serata goduriosa.

20180509_190116.jpg

Che goduria immensa. Pubblico questa foto d’inizio serata perché mi ritrae in condizioni ancora accettabili. Al termine della partita, invece, ero, come al solito, in un bagno di sudore, stanchissimo, senza voce ma in completa estasi.

Quella di mercoledì è stata una serata da puro orgasmo calcistico. Anche quest’anno, per il quarto consecutivo, rispettando una bellissima tradizione, ho vissuto all’Olimpico la conquista della Coppa Italia, la gustosa ciliegina sull’epoca torta tricolore.

Che cori. Che tifo. Che piacere che ho provato nel viaggiare con gli amici di Alcamo e Bagheria, nel poter incontrare e salutare tanti altri cari amici e nel sapere che moltissimi i altri erano qui a provare le stesse magiche sensazioni.

Abbiamo a dir poco massacrato ed umiliato i cinesi del Mila ed il loro montato capitano (con la c minuscola) più volte goduriosamente invitato a sciacquarsi la bocca e, alla fine, a provare ad alzare la Coppa.

Abbiamo esultato sfrenatamente per i quattro gol segnati sotto la nostra caldissima Curva. Abbiamo apprezzato un Benatia ottimo in difesa ed oggi anche bomber. Abbiamo assistito alle magìe del solito inarrestabile Douglas Costa e di un Dybala che ha sfiorato due reti da cineteca.

Abbiamo riservato varie meritatissima ovazioni un Capitan Buffon in grandissimo spolvero e sempre più uno di noi. Abbiamo goduto nel vedere la Squadra compatta e legata al Mister. Abbiamo applaudito un Gattuso che ha sempre sportivamente riconosciuto la nostre vittorie e la nostra grandezza.

Abbiamo, dopo i sempre particolarmente soddisfacenti “din don din don intervengo da Cesena”, “tutti casa alè” e ed “olé” a mo’ di torello, festeggiato nuovamente insieme ai nostri Campioni vivendo le solite fantastiche ed indimenticabili scene e sensazioni .

l fuochi d’artificio (sparati per celebrarci e non per ridicole ed intempestive autocelebrazioni), il nostro emozionante inno ed i nostri cori cantati a squarciagola insieme ai giocatori hanno reso sublime l’ennesima nostra serata romana.

La Signora ha vinto ancora. E adesso, con il mitologico settimo Scudetto consecutivo in arrivo, potremo continuare tutti a cantare, come abbiamo fatto mercoledì  sera, ” Siamo noi, siamo noi, i Campioni dell’Italia siamo noi…” Fino alla fine.

Un abbraccio a tutti voi colleghi Campioni per antonomasia e sempre più orgogliosamente forza Leggendaria Juventus.