Fino alla fine: gli altri rosicano e noi godiamo.

FB_IMG_1524954359803.jpg

Che goduria.  Senza voce e con il ginocchio dolorante per l’esultanza, godo ancora infinitamente. E i macellai ed antisportivi cinesi, adesso, quella tragicomica coreografia (con le loro solite idiozie da perdenti che mi rendono sempre più fiero di avere 35 Scudetti, di essere stato guidorossianamente mandato in serie B per eccesso di vittorie e forza e di non essere una meteora artificiale avendo disputato tantissime finali di Champions) sanno dove metterla. Come da tradizione.

Ieri sera abbiamo giocato malissimo una volta restati in superiorità numerica, ci siamo quasi bloccati  ed abbiamo di nuovo dato l’impressione   di poter subire gol in ogni modo ed in qualsiasi  momento. Spero che questa importantissima, sofferta ed esaltante vittoria conquistata dimostrando ancora una volta di crederci sempre, però, possa rappresentare una fondamentale iniezione  di carica per il decisivo finale di stagione. Ci voleva proprio: l’avevo detto ai miei soci: se pareggiamo entro il 90°, la vinciamo.

Per quanto riguarda le solite patetiche polemiche, questo è il Var ben applicato, pagliacci. E se ci fosse stato anche in passato, analizzando ogni episodio e non solo i pochi divenuti famosi perché utili ai perdenti, avremmo vinto i nostri Scudetti con maggiori vantaggi e sarebbe stato pure più difficile creare Farsopoli. E se ci fosse stato in Champions (dove i guardoni impotenti godono per nostre ingiuste eliminazioni o sconfitte in finale arrivate spesso per via di episodi arbitrali decisivi), noi avremmo più Coppe e qualche ridicola meteora artificiale non ci sarebbe stata.

L’ entrata assassina di Vecino, con il Var, è rosso tutta la vita (ha volutamente messo a rischio massacrato la gamba dello stoico Mandzukic). La prima ammonizione a Pjanic è stata eccessiva e per questo l’arbitro non l’ha espulso dopo normali scontri di gioco. Il gol di Matuidi è stato correttamente annullato (anche se poteva starci, nell’azione, un rigore su Higuain). Detto ciò (e tralasciando pure un altro possibile rigore sul nostro numero 14 ed una possibile espulsione nel finale per fallo su Higuain), buon rosicamento a tutti i soliti frustrati che sono calcisticamente stati, come da tradizione, bastonati.

Dimenticavo, una menzione particolare la merita il grandissimo Chiello che, nonostante l’infortunio, ha seguito ed incitato incessantemente i compagni dalla panchina da vero Uomo Juve. Fino alla fine.

Sempre più orgogliosamente forza Le6gendaria Juventus.

 

3 pensieri su “Fino alla fine: gli altri rosicano e noi godiamo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...